Isola Comacina, Sacro Graal e maledizioni…

Home / News / Isola Comacina, Sacro Graal e maledizioni…

Unica isola del nostro meraviglioso lago, l’isola Comacina è un vero e proprio insieme di storia e leggenda.  Situata nel comune di Tremezzina e più precisamente ad Ossucio, che deve l’origine del suo nome  proprio ad alcuni  abitanti dell’isola gli Ausuciates.

Fu importante nucleo della diocesi comasca, e stando ad alcune leggende pare abbia anche ospitato il famoso Sacro Graal, il calice di Cristo, arrivato sull’isola durante il suo trasferimento a Roma dove doveva essere conservato dal Papa, il Sacro Graal rimase sull’isola per qualche tempo insieme ai sacerdoti che vi si rifugiarono per sfuggire ai Longobardi.

Proprio durante l’invasione Longobarda l’isola divenne dimora per la popolazione ricca di Como e circondario e in questo periodo l’isola assunse il nome di Cristopolis ( forse proprio per via del Sacro Graal).

…Vabbè dai un pò di storia ci sta! concludo la parentesi didattica con la distruzione della nostra bella isola che avvenne nel 1169 per mano delle Tre Pievi aiutati dal simpatico Barbarossa. In quell’occasione il vescovo Vidulfo pronunciò l’infausta condanna: ” Non suoneranno più le campane,non si metterà pietra su pietra, nessuno vi farà mai più l’oste, pena la morte violenta”.

Per 800 anni l’isola fu disabitata, ma nel 1948 i due imprenditori  Carlo Sacchi ed il campione di motonautica Sandro De Col, contattano Lino Nessi proponendogli di aprire una locanda proprio sulla bella Isola.

I 3 si accordano sul progetto ma poco dopo Sacchi viene ucciso a Villa D’Este e De Col muore in un incidente motonautico. Lino Nessi vorrebbe abbandonare il progetto ma la  scrittrice inglese Francis Dale gli suggerisce l’esorcismo del fuoco: rito propiziatorio in uso ai tempi dei greci.

Ed è cosi che da allora, chiunque metta piede alla locanda dell’isola viene accolto dal rito del fuoco.

Per questo il mio suggerimento è: trovate una giornata di tempo durante le vostre prossime vacanze per fare una gita all’isola Comacina, e magari prolungatela fino all’ora di cena e fatevi deliziare dall’ospitalità e dal cibo della Locanda.

Sul lago ci sono molti taxi- boat ( sul nostro sito ve ne propongo alcuni) che potranno accompagnarvi alla scoperta dell’ isola e di molte altre mete interessanti.

Buon Viaggio!